PON-FESR

La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale "Giorno del ricordo" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Si invita a leggere la circolare allegata inviata dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca

 

 

Risultati immagini per un nodo contro il bullismo

Condividiamo il rispetto

 

Il 6 Febbraio, in concomitanza con il Safer Internet Day, la Giornata internazionale dedicata alla navigazione sicura in Rete, si terrà anche la seconda edizione della Giornata nazionale “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”. Vista  la frequenza sempre più elevata con cui le ragazze e i ragazzi navigano in Rete e la “facilità” con cui utilizzano la tecnologia, come educatori dobbiamo intervenire con attenzione affinchè essi abbiano le competenze ma anche la consapevolezza per un uso corretto e attivo degli strumenti riconoscendone ed evitandone i rischi.

Il 2017 è stato un anno molto importante per il contrasto del bullismo e del cyberbullismo anche per l’approvazione della prima legge dedicata a questi temi, la n. 71, testo di legge che attribuisce a una pluralità di soggetti compiti e responsabilità ben precisi, ribadendo il ruolo centrale delle scuole. Molto si è fatto e si fa, ma  l'attenzione deve indiscutibilmente essere tenuta alta se dai dati di una ricerca condotta per il MIUR  emerge che su tutto il territorio nazionale sono in aumento i ragazzi che hanno avuto esperienze su Internet che li hanno turbati: dal 6% del 2010 al 13% nel 2017. Il 31% degli intervistati (fascia 11-17 anni) ha dichiarato di aver visto online messaggi d’odio o commenti offensivi contro un individuo o un gruppo, attaccati per il colore della loro pelle, nazionalità̀ o religione, ma nella maggior parte dei casi,  di non aver fatto nulla. Aumentano dunque  gli episodi di violenza, le intimidazioni, i soprusi, le esclusioni, le prese in giro, aumenta l'indifferenza,  aumenta l’esposizione a siti o blog con discussioni legate a contenuti negativi razzisti e discriminatori.

Nel nostro istituto, da sempre sensibile a questi problemi, si sono realizzate nel tempo azioni specifiche secondo una strategia sistemica di interventi rivolti alle varie componenti della scuola. Sono stati attivati percorsi di prevenzione rivolti agli alunni attraverso laboratori tenuti da esperti, sono stati previsti allestimenti di spettacoli teatrali a tema, organizzati corsi di formazione per i docenti e incontri per le famiglie, il tutto  contemplato nel  progetto d'istituto “C'è chi dice no!”.

Compito di noi adulti è educare alla bellezza del rispetto e della conoscenza ricordando che la violenza-fisica, verbale, psicologica- è il linguaggio degli incapaci.

Le nostre Scuole

In evidenza

Notizie

Botta e risposta

22 Dic, 2017


 

 Si pubblica l'articolo del progetto:"Botta e risposta"

Percorso galileiano

18 Dic, 2017

 

Si allega l'articolo sul percorso galileiano organizzato con la classe seconda…

Immagine

Docenti, come spendere i 500 euro

28 Nov, 2016

Dal 2015 gli oltre 740.000 docenti di ruolo della scuola italiana hanno a…

Immagine

PON, on line il nuovo sito web dedicato

28 Nov, 2016

Nuovo look per il portale dedicato ai Fondi Strutturali Europei – Programma…

URP

Istituto Comprensivo Statale "Galileo Galilei"

Via della Biscia n. 206 - 35136 Padova

Tel: 049 8900200

Fax: 049 8900762

pdic890005@istruzione.it

PEC: pdic890005@pec.istruzione.it

Cod. Mecc. pdic890005
Cod. Fisc. 92199510287
Fatt. Elett. UF29BG

Area riservata