Home Primaria Lambruschini

Scuola Primaria "Lambruschini"

Cammino… e non inquino!

Concorso Raccogliamo Miglia Verdi

Premio come migliore scuola alla Scuola Primaria “Lambruschini”

18 maggio 2017

Ci siamo ritrovati di nuovo tutti insieme, anche questa mattina, ma per un’occasione diversa…stavolta il tragitto ci ha portato, anche con l’uso dei mezzi pubblici, a ritirare il premio di un concorso per noi tanto importante, che da anni ci vede entusiasti e partecipi  nella difesa dell’ambiente.

Le nostre “miglia verdi” ancora una volta hanno contribuito a far diminuire l’inquinamento in città, ad aggregarci con ostinata convinzione, ogni mattina, accompagnati dai genitori volontari del piedibus per raggiungere la scuola Lambruschini!

Ringraziamo in particolare chi si è impegnato a far sì che questo progetto funzionasse, tutte le mattine e con qualunque tempo, lottando anche per l’istituzione di un semaforo laddove ce n’era bisogno!

Oggi il sole ci ha fatto compagnia ed è stato veramente emozionante andare a ritirare il premio al cinema Porto Astra di Padova, accompagnati da genitori ed insegnanti.  Ad attenderci e a congratularsi con noi anche la nostra Dirigente Scolastica.

Ci siamo ritrovati insieme ai compagni di altre scuole dell’istituto, a testimonianza della sensibilità che da anni il XIV° Istituto Comprensivo dimostra verso questa problematica.

Dalle parole emozionate pronunciate al momento del ritiro del premio, un augurio per il futuro: esempio e buona volontà siano sempre VINCENTI!

Aurora: - ”Siamo molto contenti di avere avuto la possibilità di ritirare di persona il premio delle Miglia Verdi. Ci siamo impegnati tanto tutti i 5 anni di scuola per inquinare  meno possibile l’ambiente con il Piedibus, car pooling, bicicletta e autobus.”

Marta: - “La nostra Scuola è felice di aver partecipato a questa occasione così importante per l’ambiente.”

MariaSole: -“Invitiamo tutti i ragazzi del futuro a partecipare al piedibus e di non inquinare il mondo in cui viviamo.”

Silvia: -“Il piedibus serve per andare a scuola con gli amici e a divertirci tutti insieme!”.

 

CONCERTO DI EMOZIONI alla scuola Lambruschini

 

Alla scuola Lambruschini, la settimana della lettura si è conclusa con un piccolo concerto del coro dei genitori che si sono trasformati in cantanti e musicisti, capaci di provare e trasmettere FORTI EMOZIONI.

Gira la ruota di tanti colori.

Ogni colore corrisponde ad un’emozione: gioia, amore, tristezza, serenità, entusiasmo, nostalgia ……….E ad ogni emozione corrisponde una canzone!

I nostri bambini si sono fatti trasportare dalle note delle chitarre, del basso, dei piatti e dei kazoo, lasciandosi contagiare dall'allegria e dall'entusiasmo.

Ascoltare un concerto dal vivo è sempre un' esperienza preziosa molto diversa da quella che può essere fatta attraverso l'ascolto di cd, mp3, e altri supporti digitali: permette infatti di osservare come l'intesa tra i musicisti non sia solo un’esperienza musicale ma un' incredibile ACCORDO di note ed emozioni.

 

Settimana della LETTURA

"Un bambino che legge sarà un adulto che pensa". (Anonimo)

Venerdì 21 aprile si sono conclusi tre pomeriggi dedicati alle letture animate che diversi genitori della scuola Lambruschini hanno dedicato agli alunni di tutte le classi. Mamme e papà si sono trasformati in abili attori, coinvolgenti narratori ed abili scenografi per leggere racconti e libri sul tema che ha caratterizzato anche i laboratori espressivi dell’intero anno scolastico: le EMOZIONI. Non c’è dubbio: un insieme di intense sensazioni e di  stati d’animo si è colto dalle espressioni rapite dei bambini!

 

C'era una volta

27-28 0ttobre 2016

Visita al museo dell’Educazione di Padova delle classi terze - Scuola Primaria Lambruschini

“Siamo saliti nella macchina del tempo e … oplà, ci siamo catapultati nella classe di una scuola elementare dei nostri bisnonni. La maestra Leonilde ci stava aspettando, sicura che prima o poi saremmo arrivati, curiosa di sapere come eravamo fatti.

Un colletto bianco, fiocchi rosa, rossi o blu, tutti in fila per due, le mani dietro, in silenzio assoluto … o quasi!

La classe appena formata si è seduta su vecchi banchi di legno, dalla strana foggia, certamente diversi dagli attuali.

Le spiegazioni di come si svolgevano le lezioni circa cento anni fa assumevano per noi il sapore delle favole, sembravano davvero irreali paragonandole ad oggi… altro che zaini firmati o quadernoni multicolori e penne di ogni tipo! Gli scolari di allora dovevano contribuire anche al riscaldamento della classe, portando con sé la legna necessaria per la stufa di ceramica…

Infine la maestra Leonilde ci ha messo alla prova: forniti di penna e calamaio abbiamo ascoltato le sue spiegazioni per riuscire a scrivere qualcosa di comprensibile sul foglio. La prova è stata davvero dura ma, alla fine, piccole soddisfazioni si sprigionavano dai nostri sorrisi rivolti alle maestre, quelle vere.”

 

Il Museo dell’Educazione si trova a Padova, in via degli Obizzi 23.

Lungo il percorso di visita si possono ammirare pezzi davvero rari, a volte unici, di giochi antichi e materiale scolastico in uso nella vecchia scuola elementare, uccelli impagliati, modellini di animali esotici in gesso, cartelloni e carte geografiche, oltre all’aula laboratorio in cui si svolge la “lezione".

 

E’ un luogo un po’ magico, raccontato con maestria da persone appassionate e competenti.

Una visita che fa bene al cuore, apre mondi sconosciuti ai piccoli fruitori e, sottovoce, rievoca nostalgie e dolci ricordi a chi può aver vissuto, almeno in parte, quei momenti.